Una storia italiana? Sì. Come tante. Certo. Ma questa è una storia che va decisamente oltre. L’ho raccontata all’inizio di febbraio. Adesso, dopo un articolo pubblicato da La Repubblica, è la volta del Fatto Quotidiano.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/02/mobbing-provincia-condannata-tre-volte-ma-la-funzionaria-resta-relegata-in-una-stanza-di-8-metri-quadri-senza-finestra/2498227/

La fama nazionale farà cambiare rotta all’amministrazione della Provincia di Alessandria? Per quella politica, non saprei proprio. Finora il silenzio è stato fragoroso. E già ci sarebbe di che pensare male. Della rotta, ai dirigenti, evidentemente non potrebbe preoccupare di meno. Non solo non rispettano, sostenuti dall’Avvocatura interna il cui interesse è solo fare cause e produrre utili come in un’industria,  le sentenze della giustizia italiana, ma pare liquidino con battute e supponenza chiunque li avvicini per chiedere conto. Sono intoccabili? Pare di sì. Matteo Renzi vuole semplificare questo Paese? Finché non vi saranno strumenti per eseguire le sentenze e perseguire chi ha causato un danno, tutto sarà solo ‘chiacchiere e distintivo’